Fondazione Sandro Pertini - Sito Ufficiale


La nostra voce
A proposito degli accertamenti sul patrimonio immobiliare pubblico di Roma Capitale
Per onorare la memoria di Sandro Pertini e Carla Voltolina non sono necessari beni immobili pubblici in comodato gratuito

Gli Organi dell'Informazione danno notizia delle verifiche in corso, su iniziativa del Commissario straordinario di Roma Dr. Francesco Paolo Tronca, al fine di una puntuale ricognizione del patrimonio immobiliare del comune e del suo corretto utilizzo.

Come è noto, i coniugi Pertini hanno vissuto dagli anni '70 in una piccola mansarda sita in Piazza Trevi a Roma, resa abitabile con sistemazione alla meno peggio a loro spese. Dopo il decesso della Signora Carla Voltolina Pertini, che concepiva tale mansarda come semplice sua dimora, si pose la questione di restituire a “Roma Capitale” l'immobile di proprietà dell'Amministrazione. Taluno, all'epoca nella Fondazione Sandro Pertini, ora in altra associazione, aveva ipotizzato ed operato per ottenere da Roma Capitale la concessione della mansarda, per adibirla quale sede della Fondazione. per lo svolgimento della sue attività statutarie e quale luogo della memoria di Sandro Pertini e Carla Voltolina. Tale proposito, del tutto contrario ai voleri della Signora Carla Voltolina Pertini, ha visto la netta opposizione della maggioranza del Consiglio Direttivo della Fondazione Sandro Pertini, che motu proprio assumeva, con deliberazione del 3 luglio 2010, la decisione irrevocabile di restituire al Comune di Roma l'abitazione dei coniugi Pertini. Tale decisione veniva formalmente comunicata all'allora sindaco Gianni Alemanno con argomentata nota del 4 luglio 2010, che alleghiamo. Dopo alcuni solleciti (alleghiamo la nota del 7 aprile 2011), la Fondazione Sandro Pertini riusciva a restituire l'immobile al Comune di Roma in data 18 aprile 2011.

Dell'avvenuta riconsegna dell'immobile, e delle ragioni di essa, veniva data informazione dal Presidente della Fondazione Umberto Voltolina, con comunicato che alleghiamo.

Purtroppo, ancora oggi con rammarico assistiamo a isolate e non rappresentative pressioni, sospinte dal solito protagonista di allora, tese ad ottenere in comodato d'uso gratuito la mansarda in questione, con il consueto obiettivo dichiarato di realizzare un luogo della memoria dedicato ai coniugi Pertini.

La Fondazione Sandro Pertini, respinge e si oppone a tali iniziative.

Sandro Pertini e Carla Voltolina devono essere ricordati per quel che sono stati nella loro vita dal valore inestimabile; che siano dunque rispettati ed onorati con opere coerenti, di volontario sacrificio, per obiettivi all'altezza delle loro figure e del segno che ci hanno lasciato.

Non si cerchi niente in loro nome.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO



| Home  | Fondazione  | Attività  | Risorse  | Links  | Contatti  | Admin |